blog post

Stretto l'accordo con il Comune: la rete si amplierà attraverso i sottoservizi pubblici già esistenti

Si espande la fibra connectivia

Stretto l'accordo tra Connectivia e il Comune di Positano: la rete si amplierà attraverso i sottoservizi esistenti

La fibra ottica di Connectivia coprirà in maniera capillare i civici di Positano. La rete, già presente al servizio delle attività turistiche della cittadina, è pronta per allargarsi a coprire il territorio su larga scala grazie all'accordo stipulato tra l'operatore e il Comune di Positano, in base al quale i cavi in fibra potranno essere passati all'interno dei sottoservizi già esistenti. L'autostrada informatica realizzata in Costiera Amalfitana è dunque pronta ad essere al completo servizio di una delle città più belle del mondo.

L'intesa proposta da Connectivia è stata approvata con una delibera della giunta guidata dal sindaco Michele De Lucia, che in maniera illuminata ha accolto prontamente l'istanza, condividendo gli innegabili vantaggi che porterà alla cittadina. Per prima cosa, Positano sarà cablata limitando in maniera esponenziale i lavori di scavo. In tutte le aree servite dalla pubblica illuminazione, ad esempio, i cavi di fibra ottica saranno posati all'interno dei cavidotti della luce già esistenti. Grazie all'accordo stipulato, il passaggio dei cavi sarà possibile attraverso tutte le predisposizioni di pubblica utilità realizzate nel corso degli anni. In questo modo non saranno necessari grossi lavori per le strade cittadine, che saranno così rispettate nella loro bellezza unica, e i tempi dei lavori si ridurranno sensibilmente, consentendo alla città di accedere prima alla banda ultralarga.

Siamo un'azienda locale che agisce nel segno del rispetto dei nostri territori e per questo abbiamo pensato ad una soluzione che avesse il minor impatto possibile su una città bella e delicata come Positano– dichiara l'amministratore delegato di Connectivia Giuseppe Abbagnale – Utilizzare i passaggi già esistenti ci consentirà anche di procedere in maniera più spedita, perché limiterà eventuali lavori di scavo solo nelle aree dove non sono già predisposte vie di passaggio. Ringrazio il sindaco De Lucia e la sua giunta per la sensibilità mostrata a questa soluzione, che hanno scelto di condividere autorizzandoci all'uso delle predisposizioni pubbliche, e tramite la quale doneremo a Positano un'autostrada informatica capillare”.

Un grande avanzamento tecnologico, figlio di una partnership virtuosa con un'Amministrazione che si è mostrata attenta e sensibile nel dotare la propria città della più moderna tecnologia delle telecomunicazioni. Il potenziamento di Positano segue di pochi mesi la presentazione ufficiale della rete in fibra ottica al servizio della Costiera Amalfitana, fatta con il Fiber Day. Connectivia ha realizzato nella Divina, senza nessun tipo di contributo pubblico, la rete in fibra ottica in modalità FTTH: “Fiber To The Home”. Fibra ottica pura, che parte dalle grandi reti globali di telecomunicazione e arriva esclusivamente in fibra fin dentro la presa di rete nel muro dell'azienda o dell'abitazione. Un'autostrada informatica senza strozzature che garantisce il trasporto dei dati alla velocità della luce, e che nel servizio all'utenza si traduce in forniture di connettività con tagli da centinaia di mega di velocità. Un sistema che secondo le indicazioni dell'AgCom del luglio 2018 è uno dei pochi titolati ad essere definito “fibra ottica” reale e che viene descritto come la “rivoluzione finale delle infrastrutture” delle telecomunicazioni: al momento non sono concepibili mezzi più avanzati. L'azienda, che ora procederà alla copertura capillare di Positano (che è comunque già cablata da mesi), ha già cablato Agerola, Amalfi, Praiano, Conca dei Marini, sta cablando Ravello e ha come obiettivo a breve termine la copertura di Minori e Maiori. Ha steso un'infrastruttura proprietaria interamente in fibra ottica lunga oltre 400 km. Una dorsale da 40mila mega al secondo a prova di futuro.


  • Condividi