Connectivia RSS feed https://connectivia.it/img/logo_mail.png La Community online di Connectivia è un luogo di informazioni, suggerimenti e condivisioni di esperienze e conoscenze su prodotti e servizi IT-it Copyright (C) 2009 connectivia.it Wifi4EU. L'Unione Europea finanzia wifi pubblico a fondo perduto. https://connectivia.it/blog/post/52/wifi4eu-l-39-unione-europea-finanzia-wifi-pubblico-a-fondo-perduto Wifi4EU. Assegnati i voucher da 15mila euro per la seconda chiamata. Entro il 2010 altre 3. Cosa è il programma e le dritte operative. 510 comuni italiani hanno ricevuto dall'Unione Europea un voucher del valore di 15mila euro per il wifi pubblico. Si tratta dei “buoni spesa” che vengono assegnati dal programma “Wifi4EU”, con il quale l'Europa vuole favorire la nascita di reti di wifi pubblico per cittadini e turisti in piazze, parchi, edifici pubblici come biblioteche, strutture sanitarie eccetera. La seconda chiamata (Call) è stata fatta il 4 e 5 aprile scorsi. Il funzionamento delle call è questo: il Comune si registra al portale Wifi4EU e chi prima fa la domanda all'apertura della chiamata semplicemente cliccando il tasto di adesione dopo essersi autenticato sul portale, riceve il voucher secondo il principio del “primo arrivato, primo servito” fino all'esaurimento dei fondi assegnati ad ogni Paese. Non c'è bisogno di presentare progetti, programmi o piani di lavoro. Saranno fatti dopo dall'azienda che sarà incaricata di realizzare il wifi secondo la procedura della quale tra poco parleremo. Nei giorni scorsi sono stati pubblicati gli elenchi dei 3400 comuni assegnatari del voucher per la seconda tornata, su un totale di oltre 10mila domande arrivate dai paesi membri dell'Ue più Islanda e Norvegia. Fino al 2020, ci saranno altre tre call, altre tre opportunità per chiedere il finanziamento e cercare di ottenerlo arrivando per primi. Come funziona ora per i comuni che hanno ottenuto il voucher? Hanno 18 mesi per realizzare la rete wifi. Attraverso il portale è possibile scegliere le aziende che, essendosi anche loro registrate al programma wifi4EU, possono essere incaricate ed attivate direttamente attraverso il portale per la realizzazione del wifi pubblico. Questo perché il voucher non va direttamente al comune: a lavoro terminato, sarà pagato in prima persona dall'UE all'azienda scelta. Connectivia è tra le aziende partner del portale wifi4EU e può realizzare per conto dei comuni le rete di wifi pubblico oggetto del finanziamento, seguendo le linee guida stabilite all'Unione Europea che, come da prassi di Bruxelles, vanno seguite alla lettera, pena il ritiro dello stanziamento. La principale è che fondi UE possono coprire solo spese per le attrezzature e l'installazione, la connettività di rete e la manutenzione saranno poi a carico del Comune. Ad essa si affiancano una serie di indicazioni, che richiedono capacità tecnica e competenza. Già con la prima call, emanata nel novembre dello scorso anno, diversi comuni si sono rivolti a Connectivia e sono a buon punto nella realizzazione del loro wifi pubblico. Se vuoi vedere la tua rete wifi diventare realtà in breve tempo, siamo il partner che fa per te. Contattaci cliccando qui Fibra ottica. Ma cosa è? https://connectivia.it/blog/post/50/fibra-ottica-ma-cosa-e Non è tutta fibra quella con cui si naviga. Il garante per le comunicazioni è intervenuto per fare ordine. Non è tutta fibra quella con cui si naviga. Il Garante per le Comunicazioni è intervenuto per fare ordine in materia e ha imposto dei bollini identificativi per far crescere la “consapevolezza digitale”. Bollino verde solo per la vera fibra ottica. Bollino giallo o rosso per tutte le altre proposte. Si fa così ordine in un panorama selvaggio nel quale c'è chi ha spacciato per fibra anche quella che fibra ottica proprio non era. Le nuove regolamentazioni promuovono a pieno la fibra di Connectivia, che è FTTH. Fibra ottica pura fin dentro la presa del modem nel muro di casa. Bollino verde e pollice alzato per l'azienda che ha abbattuto il digital divide in Costiera Amalfitana e ora si appresta ad affrontare la stessa sfida in Costiera Sorrentina. Facciamo ordine Il sistema dei bollini nasce per dare ordine. Un po' di tutto era diventato fibra in offerta speciale, e così il garante è intervenuto a fare da arbitro. Quante volte vi ha chiamato un operatore, per vendervi la fibra ottica? Senza che prima qualcuno ce la portasse, la fibra, fino a casa vostra? Ora, dopo l'intervento dell'Ag Com, il termine “Fibra” può essere utilizzato per indicare solo la vera fibra ottica, e non può più essere allegramente associato a tutti i sistemi di connettività. I bollini Verde, giallo e rosso sono i bollini assegnati. Vediamo cosa significano. Bollino verde con la F al centro. Andiamo sul sicuro con la garanzia di Ag Com: il verde ci segnala che è tutto ok e la F significa: Fibra Ottica al 100% Due sono i sistemi che hanno il verde con questo bollino: FTTH, che significa Fiber To The Home, fibra pura fin dentro alla presa del modem nel muro di casa dell'utente. Si tratta del più avanzato livello della rivoluzione digitale della banda ultralarga. È in questa modalità che Connectivia fornisce la sua Fibra Ottica. Questo tipo di connessione è definita come “l'ultima rivoluzione delle telecomunicazioni”, la più moderna delle tecnologie, a prova di futuro, capace di far viaggiare i dati alla velocità della luce, senza limiti di banda, se non quelli stabiliti dal taglio dell'offerta che si acquista. L'altro sistema certificato dal bollino verde è FTTB, Fiber To The Building, che arriva fino al fabbricato, fino all'allaccio del palazzo, per esempio. Bollino giallo con le lettere FR al centro. Questo contrassegno ci avvisa che abbiamo a che fare con connessioni miste, che fino ad un certo punto si basano sulla fibra ottica, ma che poi passano sul vecchio filo telefonico di rame o arrivano via radio. Si naviga su banda larga, ma c'è da fare attenzione, non è fibra ottica e non può essere definita tale. Se un operatore chiama in una sua offerta questo sistema fibra ottica, sta andando in maniera scorretta contro le indicazioni del Garante per le Comunicazioni. Ci sta vendendo come fibra qualcosa che non è tale. Un sistema di questo tipo, per capirci, è il FTTC, che significa Fiber To The Cabinet, che porta la fibra ottica e la possibilità di scambiare dati alla velocità della luce solo fino alla centralina (Cabinet) in strada. Poi per farci navigare arriva dalla centralina fino a casa o all'ufficio sul vecchio doppino telefonico in rame. Che fa? I dati si ingorgano e fanno fatica a passare. È come portare l'acqua fino in strada con una condotta portante larghissima, ad un certo punto strozzarla e portarsi l'acqua in casa con un tubo piccolo piccolo... la portata e la velocità non saranno mai le stesse: come nel tubo ci va meno acqua, nel cavo di rame ci vanno meno dati. Il limite è fisico. Bollino rosso con la R al centro Questa proprio fibra ottica non è, e non è neppure banda ultralarga. Si tratta delle connessioni che viaggiano su una rete che non ha nessun pezzo in fibra ottica. A questa categoria appartengono le ADSL, che per anni ci hanno fatto navigare. Le abbiamo amate, ci hanno fatto navigare a lungo, ma non sono l'ultima rivoluzione delle telecomunicazioni né una tecnologia a prova di futuro come è la fibra FTTH. Anche in questo caso, usare per le connessioni una qualsiasi definizione nel quale ci sia il nome fibra, è scorretto. In sostanza Occhio, non è tutta fibra quella dove si naviga. Aiutiamoci coi bollini dell'Autorità Garante delle Comunicazioni e col piccolo promemoria che con questo post Connectivia mette a disposizione di chi ha dubbi nel mare, grande e tempestoso, della navigazione online. Il Corriere del Mezzogiorno parla di Connectivia nell'articolo: "Parcheggi «intelligenti» ad Amalfi. Mai più caos e ingorghi in Costiera" https://connectivia.it/blog/post/49/il-corriere-del-mezzogiorno-parla-di-connectivia-nell-39-articolo-34-parcheggi-intelligenti-ad-amalfi-mai-piu-caos-e-ingorghi-in-costiera-34 Al via i lavori per il controllo e la gestione informatizzata dei posti auto disponibili. Connectivia realizza la rete in fibra ottica dedicata. Parcheggi «intelligenti» ad Amalfi. Sono partiti i lavori per la riqualificazione degli impianti tecnologici di controllo della sosta nei parcheggi pubblici, con la realizzazione del sistema di gestione automatizzato e centralizzato delle aree di sosta. Per tale intervento, che porterà al controllo informatizzato dei posti auto presenti e sarà importante architrave per la gestione informatizzata dei flussi di auto, l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Daniele Milano ha disposto un finanziamento di 366mila euro. In questo modo ci sarà maggiore ordine per i visitatori in arrivo in città, che saranno aiutati da pannelli informativi che comunicheranno la disponibilità, o meno, di posti auto nelle varie aree di sosta, contribuendo a governare già dall’esterno della città l’imponente traffico che arriva nei periodi di punta. In sostanza, il nuovo sistema consentirà di rendere finalmente conoscibile il numero di posti auto a pagamento nei parcheggi di Amalfi, concorrendo ad orientare, in tal modo, anche le scelte di chi intende dirigersi in auto in Costiera. Il bando per la realizzazione delle innovazioni è stato vinto da Skidata, multinazionale austriaca specializzata nella gestione degli accessi. Il nuovo sistema sarà collegato, tramite una rete in fibra ottica dedicata, ad un’unica cabina di controllo e gestione centrale, che così avrà sempre il quadro della situazione in tempo reale, alla cui realizzazione sta lavorando Connectivia, l’operatore delle telecomunicazioni che ha portato la fibra in Costiera Amalfitana. 5G, non c'è nessun caso cinese. Tutte le telco italiane già in mani straniere - CorCom https://connectivia.it/blog/post/47/5g-non-c-39-e-nessun-caso-cinese-tutte-le-telco-italiane-gia-in-mani-straniere-corcom Parete si affida a Connectivia per la Urban Security. https://connectivia.it/blog/post/46/parete-si-affida-a-connectivia-per-la-urban-security il sistema è basato sul M.E.C Installato e messo in funzione in poche settimane. Parete si affida a Connectivia per la Urban Security. Nella città del casertano è stato appena attivato il sistema di videosorveglianza interamente realizzato dall'azenda che propone Witech Solution. Le scuole cittadine e le strade adiacenti, la piazza principale, la casa comunale, strade nevralgiche e altri uffici pubblici individuati in fase progettuale come punti di interesse strategico da monitorare per innalzare gli indici di sicurezza reale e percepita, sono ora video-protetti. Il nuovo sistema è stato consegnato chiavi in mano alla Polizia Locale di Parete, presso il cuo comando è stato allocato il cuore dei sistema: una centrale di sorveglianza tecnologicamente avanzata che fornisce immagini in tempo reale dei punti nevralgici della città. Una rete di telecamere di sorveglianza 4K ad altissima risoluzione copre punti di rilievo dell tessuto urbano. La base del sistema è il “M.E.C.” di Connectivia: Mobile Eye on City. L'Occhio Mobile sulla Città è stato veloce da montare, visto che viene fornito dall'azienda completo di tutto l'occorrente e già pronto ad operare, e ora sarà pratico da utilizzare. A fine novembre 2018 l'amministrazione comunale ha annunciato le videocamere e a gennaio 2019 Connectivia ha consegnato il sistema finito e funzionante. Nell'uso quotidiano la videosorveglianza è pronta a rispondere alla necessità di avere controllo e sicurezza immediati con un sistema di qualità, affidabile, pratico ed efficace. Tra le varie funzionalità previste, il sistema di Parete può anche fare la lettura ed il rilievo delle targhe degli automezzi circolanti. Con la sua urban security, Connectivia affianca dunque con una partnership solida ed efficace una nuova Pubblica Amministrazione nel dare risposta alle richieste di sicurezza sul territorio, creando un ecosistema tecnologico smart che si prende cura della città, portando vantaggi e miglioramenti. L'analisi nel tempo degli effetti della videosorveglianza urbana ha già dimostrato che ha un impatto positivo sulla città e sul clima sociale della città, innescando dei vantaggi come i seguenti: ha effetto deterrente per i crimini; supporta l'attività investigativa in caso di necessità. razionalizza l'opera delle Forze dell'Ordine, che possono controllare dalla centrale operativa un ampio territorio con meno personale e intervenire in maniera mirata. aumenta il senso di protezione nei cittadini e li invoglia a vivere in maniera positiva gli spazi urbani e la comunità.Benvenuta, Parete, tra i partner di Connectivia. Positano. Si espande la rete in fibra ottica di Connectivia https://connectivia.it/blog/post/45/positano-si-espande-la-rete-in-fibra-ottica-di-connectivia Si espande la fibra connectivia Stretto l'accordo tra Connectivia e il Comune di Positano: la rete si amplierà attraverso i sottoservizi esistenti La fibra ottica di Connectivia coprirà in maniera capillare i civici di Positano. La rete, già presente al servizio delle attività turistiche della cittadina, è pronta per allargarsi a coprire il territorio su larga scala grazie all'accordo stipulato tra l'operatore e il Comune di Positano, in base al quale i cavi in fibra potranno essere passati all'interno dei sottoservizi già esistenti. L'autostrada informatica realizzata in Costiera Amalfitana è dunque pronta ad essere al completo servizio di una delle città più belle del mondo. L'intesa proposta da Connectivia è stata approvata con una delibera della giunta guidata dal sindaco Michele De Lucia, che in maniera illuminata ha accolto prontamente l'istanza, condividendo gli innegabili vantaggi che porterà alla cittadina. Per prima cosa, Positano sarà cablata limitando in maniera esponenziale i lavori di scavo. In tutte le aree servite dalla pubblica illuminazione, ad esempio, i cavi di fibra ottica saranno posati all'interno dei cavidotti della luce già esistenti. Grazie all'accordo stipulato, il passaggio dei cavi sarà possibile attraverso tutte le predisposizioni di pubblica utilità realizzate nel corso degli anni. In questo modo non saranno necessari grossi lavori per le strade cittadine, che saranno così rispettate nella loro bellezza unica, e i tempi dei lavori si ridurranno sensibilmente, consentendo alla città di accedere prima alla banda ultralarga. “Siamo un'azienda locale che agisce nel segno del rispetto dei nostri territori e per questo abbiamo pensato ad una soluzione che avesse il minor impatto possibile su una città bella e delicata come Positano– dichiara l'amministratore delegato di Connectivia Giuseppe Abbagnale – Utilizzare i passaggi già esistenti ci consentirà anche di procedere in maniera più spedita, perché limiterà eventuali lavori di scavo solo nelle aree dove non sono già predisposte vie di passaggio. Ringrazio il sindaco De Lucia e la sua giunta per la sensibilità mostrata a questa soluzione, che hanno scelto di condividere autorizzandoci all'uso delle predisposizioni pubbliche, e tramite la quale doneremo a Positano un'autostrada informatica capillare”. Un grande avanzamento tecnologico, figlio di una partnership virtuosa con un'Amministrazione che si è mostrata attenta e sensibile nel dotare la propria città della più moderna tecnologia delle telecomunicazioni. Il potenziamento di Positano segue di pochi mesi la presentazione ufficiale della rete in fibra ottica al servizio della Costiera Amalfitana, fatta con il Fiber Day. Connectivia ha realizzato nella Divina, senza nessun tipo di contributo pubblico, la rete in fibra ottica in modalità FTTH: “Fiber To The Home”. Fibra ottica pura, che parte dalle grandi reti globali di telecomunicazione e arriva esclusivamente in fibra fin dentro la presa di rete nel muro dell'azienda o dell'abitazione. Un'autostrada informatica senza strozzature che garantisce il trasporto dei dati alla velocità della luce, e che nel servizio all'utenza si traduce in forniture di connettività con tagli da centinaia di mega di velocità. Un sistema che secondo le indicazioni dell'AgCom del luglio 2018 è uno dei pochi titolati ad essere definito “fibra ottica” reale e che viene descritto come la “rivoluzione finale delle infrastrutture” delle telecomunicazioni: al momento non sono concepibili mezzi più avanzati. L'azienda, che ora procederà alla copertura capillare di Positano (che è comunque già cablata da mesi), ha già cablato Agerola, Amalfi, Praiano, Conca dei Marini, sta cablando Ravello e ha come obiettivo a breve termine la copertura di Minori e Maiori. Ha steso un'infrastruttura proprietaria interamente in fibra ottica lunga oltre 400 km. Una dorsale da 40mila mega al secondo a prova di futuro. FIBER DAY - CENTRO CULTURALE "ING. A. PANE" https://connectivia.it/blog/post/35/fiber-day-centro-culturale-34-ing-a-pane-34 FIBRA OTTICA E' arrivata la fibra ottica a praiano, la vera fibra ottica! La rete ultraveloce Connectivia è realizzata con la tecnologia  Fiber To The Home (FTTH), letteralmente “fibra fino a casa”. L’intera tratta dalla centrale all’abitazione del cliente è infatti in fibra ottica. Ciò consente di ottenere il massimo delle performance con velocità fino a 1000 Mega al secondo sia in download che in upload.Un servizio “a prova di futuro”, in grado di supportare tutte le potenzialità delle nuove tecnologie che arriveranno nei prossimi anni. FIBRA OTTICA16:00 Accoglienza partecipanti presso l’aula convegni del Centro Culturale «Ing. A.Pane» Praiano16:30 Benvenuto e presentazione  dell’evento del Sindaco del Comune di Praiano Giovanni De MartinoAbbagnale Giuseppe - CEO Founder Connectivia17:00 E’ arrivata la Fibra Ottica l’evoluzione finale.Mario De Santis CTO ConnectiviaAndrea Ferraioli Presidente Rete Costa d’Amalfi. GDPR 18:00 GDPR EU privacy e sicurezzaIl nuovo regolamento europeo, per le attività turistiche.Carmine De Donato CTO C-Secure. Wi2C 18:30 Wi2C innovativa Piattaforma Software per la gestione smartdelle reti Wi-Fi e il Market Place delle APP per le attività ricettive. Aumentare la visibilità digitale delle aziende turistiche.Aiello Donato Presidente Associazione FUTURA Wi-Fi no Profit Non solo Facebook. Lo scandalo dati si allarga a Google e Twitter. La Ue sul piede di guerra - CorCom https://connectivia.it/blog/post/21/non-solo-facebook-lo-scandalo-dati-si-allarga-a-google-e-twitter-la-ue-sul-piede-di-guerra-corcom Tajani convoca Zuckerberg. E la commissaria Jurova dà due settimane di tempo per chiarire la vicenda. Ma anche gli Usa hanno deciso di vederci chiaro: il Congresso vuole audire Pichai e Dorsey. Addio alla deregulation a stelle e strisce? Connectivia, quasi ultimata la rete in fibra ottica per la Costiera Amalfitana: connessioni ultraveloci per alberghi e privati https://connectivia.it/blog/post/6/connectivia-quasi-ultimata-la-rete-in-fibra-ottica-per-la-costiera-amalfitana-connessioni-ultraveloci-per-alberghi-e-privati «Sotto il profilo delle attività produttive turistiche è molto importante questa iniziativa - sottolinea Abbagnale -. Questa infrastruttura arriverà capillarmente nelle case e nelle attività ricettive che costituiscono il principale tessuto produttivo. Come succede solo nelle grandi città europee, anche i comuni della Costiera Amalfitana avranno una connettività veloce e potente che agevolerà senza dubbio il soggiorno dei tanti turisti internazionali che affollano la Divina Costiera».«Grazie a Connectivia - aggiunge - sarà presente e in parte già lo è, un'infrastruttura di rete in fibra ottica a banda ultra larga di ultima generazione. Questo avanzamento nella connettività urbana è un punto fondamentale da cui partire per la realizzazione di servizi utili ad una moderna smart city».«Siamo contenti che un territorio di eccellenza mondiale, sensibile all'innovazione tecnologica, abbia aperto le porte al nostro progetto già da tempo - spiega l'ingegnere Giuseppe Abbagnale, amministratore delegato di Connectivia - . La fibra ottica di Connectivia consentirà l'abilitazione di una serie di servizi innovativi per cittadini, imprese e Pubbliche Amministrazioni: dal gaming all'ultra HD streaming NETFLIX e SKY, fino ai servizi online, alla videosorveglianza, alla domotica, alla regolazione intelligente del traffico e dell'illuminazione pubblica, un salto quantico di alcuni anni in avanti. Un territorio di eccellenza turistica che ha finalmente aperto le autostrade digitali del futuro».Il piano dell'azienda prevede il cablaggio di 2mila unità immobiliari tra famiglie e aziende dei comuni di Praiano, Furore, Conca dei Marini, Agerola, Ravello e Amalfi attraverso oltre 150 chilometri di fibra, realizzati entro 36 mesi dall'avvio dei lavori da fine 2016, previsti per la fine di novembre 2018, con un investimento privato e senza aiuti di Stato. A marzo di quest'anno è stata messa in esercizio la nuova dorsale interamente in fibra ottica dal POP Connectivia ai comuni della Costiera a 40 Gigabit per secondo, un risultato che anticipa di qualche decennio i fabbisogni in banda ultra larga con tecnologie ad elevata innovazione.Oltre la velocità della luce, le attività potranno contare in un backup della connettività sui link radio wireless già presenti e pronti ad intervenire in automatico in zero millisecondi.Connectivia, l'azienda specializzata nel campo della connettività a banda larga, sta completando il cablaggio del territorio della Costiera Amalfitana, che garantirà ai cittadini una connessione ultrarapida, sicura ed efficiente attraverso un'infrastruttura interamente in fibra ottica, in modalità Fiber To The Home (FTTH - la fibra fino a casa).Il piano dell'azienda prevede il cablaggio di 2mila unità immobiliari tra famiglie e aziende dei comuni di Praiano, Furore, Conca dei Marini, Agerola, Ravello e Amalfi attraverso oltre 150 chilometri di fibra, realizzati entro 36 mesi dall'avvio dei lavori da fine 2016, previsti per la fine di novembre 2018, con un investimento privato e senza aiuti di Stato. A marzo di quest'anno è stata messa in esercizio la nuova dorsale interamente in fibra ottica dal POP Connectivia ai comuni della Costiera a 40 Gigabit per secondo, un risultato che anticipa di qualche decennio i fabbisogni in banda ultra larga con tecnologie ad elevata innovazione.Oltre la velocità della luce, le attività potranno contare in un backup della connettività sui link radio wireless già presenti e pronti ad intervenire in automatico in zero millisecondi. Connectivia testata a Positano anche nelle scale più impervie, intanto dopo Agerola cablata Praiano e Amalfi - positanonews.it https://connectivia.it/blog/post/1/connectivia-testata-a-positano-anche-nelle-scale-piu-impervie-intanto-dopo-agerola-cablata-praiano-e-amalfi-positanonews-it Dopo averle provate tutte abbiamo testato Connectivia per cercare di navigare su internet in una posizione disagiata in mezzo alle classiche “scalinatelle” di Positano. I risultati? Eccezionali! Dopo pochi giorni è arrivato il tecnico, disponibile, competente, professionale, capace e straordinariamente affidabile . In mezz’ora, come ha detto, dopo aver visionato la situazione, ha sistemato antenna e impianto, attivando anche a distanza di poco tempo la linea. Ovviamente ogni caso è a se , ma nel nostro abbiamo provato con diversi altri gestori non riuscendo ad avere tanta efficienza ed immediatezza.L’azienda opera dalla provincia di Salerno a quella di Napoli. Avventurandosi in imprese non facili, non solo la fine del “Digital Divide” nelle scalinatelle impervie di Positano. Ha cablato Agerola fino al “Sentiero degli Dei”, Praiano, il Centro Storico di Amalfi. Un investimento nel quale Abagnale e soci ci stanno profondendo energie e risorse per dare il meglio.Qui in Costiera amalfitana sta andando forte la possibilità di collegarsi ad internet ed avere una notevole potenza grazie a sistemi di antenne molto efficienti ed efficaci . Ma non è solo questo, è una azienda in continua crescita in Campania . Connetivia opera in diversi campi Sistemi Wireless, Hotspot Pubblici, Streaming Video, Sistemi di Videosorveglianza, Gestione sicura dei dati.La Connectivia srl nasce nel 2007 come WISP (Wireless Internet Service Provider) e si specializza nel campo della connettività a banda larga in modalità wireless. L’azienda propone una risposta concreta al fenomeno del digital divide, colma il divario tra l’utente e l’accesso alle tecnologie dell’informazione superandone i motivi di esclusione.Interfacciandoci con problematiche ambientali e tecniche ,nel corso degli anni, abbiamo sviluppato capacità ed esperienze tali da garantirci una solution strategy per ogni circostanza.Connectivia, azienda giovane e dinamica, valorizzando il suo know-how, ha quindi dato il via dal 2010 ad un profondo processo di riorganizzazione aziendale , ampliando la sua offerta e, trovando naturale sbocco in un aumento della proposta verso Privati e Pubblica Amministrazione, applicando il concetto di “smart” allo sviluppo.Sviluppo e applicazione di tecnologie innovative nel mondo delle comunicazioni wireless, più semplicemente, offrire soluzioni WiTech. Energia e connettività, partnership strategica tra Unicoenergia e Connectivia https://connectivia.it/blog/post/7/energia-e-connettivita-partnership-strategica-tra-unicoenergia-e-connectivia Una partnership che unisce innovazione e qualità. È quella stretta tra Connectivia, l'azienda specializzata nel campo della connettività a banda larga, presente in Costiera Amalfitana, e Unicoenergia, società che offre servizi di Gas La fibra? Solo quella che arriva a casa. Ecco come cambiano le offerte - CorCom https://connectivia.it/blog/post/33/la-fibra-solo-quella-che-arriva-a-casa-ecco-come-cambiano-le-offerte-corcom “Le compagnie telefoniche, una dietro l’altro, stanno annunciando il prossimo ritorno alle bollette mensili, e con grande ritardo si è mosso anche il Governo, ma tutto ciò non basta e anzi si profilano nuovi pericoli per i consumatori italiani – spiega il presidente Carlo Rienzi – La fatturazione a 28 giorni è costata circa 2 miliardi di euro agli utenti della telefonia, con un aggravio di spesa di circa 83 euro a famiglia. Soldi che sono stati incamerati dalle compagnie telefoniche in modo del tutto illegittimo, e che ora devono essere restituiti ai consumatori, pena una valanga di azioni risarcitorie promosse dal Codacons”.Nel Dl fiscale stop anche alla fatturazione a 28 giorni, ma solo per telefonia e pay tv. Secondo la stime del Codacons, la fatturazione a 28 giorni introdotta negli ultimi due anni dalle compagnie telefoniche è costata mediamente finora 83 euro a famiglia.Una novità che potrebbe avere impatti interessanti sugli investimenti delle telco. Oggi Tim ha portato la fibra “dentro” 1,8 milioni di unità immobiliari. Per Vodafone e Wind asse con Open Fiber la diffusione dell’Ftth.L'emendamento al Dl fiscale che stoppa le bollette a 28 giorni obbliga anche gli operatori a comunicare se la connessione arriva al cabinet oppure nell'abitazione. La parola "fibra" utilizzabile solo nei "pacchetti" FtthLa fibra? E’ solo quella che arriva a casa. L’emendamento al Dl fiscale che abolisce la fatturazione a 28 giorni, obbliga gli operatori a specificare “se la fibra arriva al domicilio o solo alla centrale“, in relazione appunto all’allacciamento domestico della fibra internet, quindi in sostanza se si tratti di Ftth e Fttc. La parola fibra nelle offerte potrà essere usata solo se arriva fino a casa. L’offerta dovrà quindi essere trasparente rispetto alla qualità di connessione: sarà l’Agcom a stabilire come l’offerta in fibra dovrà essere presentata al consumatore.L'emendamento al Dl fiscale che stoppa le bollette a 28 giorni obbliga anche gli operatori a comunicare se la connessione arriva al cabinet oppure nell'abitazione. La parola "fibra" utilizzabile solo nei "pacchetti" Ftth Positano free wifi raggiunto l'accordo con la Connectivia - positanonews.it https://connectivia.it/blog/post/2/positano-free-wifi-raggiunto-l-39-accordo-con-la-connectivia-positanonews-it Positano free wifi raggiunto l'accordo con la Connectivia per un servizio WHDSL Full con download/upload di 40 Mbps con banda minima garantita di 20 Mbps, che consentirebbe la connessione ad internet negli spazi pubblici del territorio comunale, permettendo così ai cittadini di utilizzare internet nelle principali piazze e luoghi pubblici. Una buona notizia per la perla della Costiera amalfitana voluta dall'amministrazione del sindaco Michele De Lucia seguita dal vice sindaco Francesco Fusco. L'amministrazione ha Ritenuto che tale iniziativa rivesta sicura valenza sociale nonché costituisca ulteriore motivo di attrazione per i turisti che potranno anch’essi connettersi agevolmente ad internet e nel contempo conoscere gli eventi e le attrazioni turistiche del Comune; Considerato, inoltre, che la realizzazione di un sistema di “hotspot wifi pubblici”, distribuito sul territorio comunale, rientra nelle Linee programmatiche per il mandato amministrativo 2015-2020 di questa Amministrazione che è ben conscia della necessità di assicurare nuovi format e soluzioni di usabilità dei new media nell’ambito del processo di digitalizzazione e promozione della cultura digitale, soprattutto nel contesto di una più generale politica di promozione e valorizzazione della vocazione turistica del territorio del comune di Positano AMALFIWIFI NASCE LA PIU' GRANDE AREA DI INTERNET LIBERO IN COSTIERA AMALFITANA - positanonews.it https://connectivia.it/blog/post/3/amalfiwifi-nasce-la-piu-39-grande-area-di-internet-libero-in-costiera-amalfitana-positanonews-it Tutto pronto per l’inaugurazione della più grande area Wi-Fi in Costiera Amalfitana: con 40.000 metri quadrati di copertura del segnale, 20 hotspot ed un’interfaccia multilingue, la Città di Amalfi si prepara ad un ulteriore balzo in avanti nel campo dell’innovazione e dell’accoglienza turistica. La rete AmalWifi sarà presentata Sabato 24 Maggio alle 11:00 nell’Arsenale della Repubblica di Amalfi e consentirà una navigazione gratuita di 50 MB di traffico scambiato al giorno ad ogni utente registrato ed opzionalmente senza limiti, a pagamento. Entusiasmo da parte dell’Assessore al Turismo Daniele Milano, promotore del progetto AmalWifi: «Realizziamo finalmente un servizio essenziale per il turismo ed un obiettivo prioritario dell’Amministrazione guidata dal Sindaco Del Pizzo. AmalWifi, oltre a rendere possibile la navigazione su tutto il fronte mare e lungo il corso commerciale, sarà un “ponte” che ci permetterà di offrire nuovi servizi multimediali in grado di migliorare l’informazione e l’accoglienza agli ospiti della nostra Città. È importante sottolineare che l’impianto è stato realizzato a costo zero per la casse comunali – a seguito di un bando pubblico che ha individuato la società Connectivia s.r.l. come partner tecnologico – e consentirà nuovi introiti all’ente comunale grazie ad una compartecipazione del 30% sugli utili generati dal servizio». Tutti i dettagli del progetto AmalWifi saranno illustrati nel corso dell’incontro in cui interverranno il Sindaco di Amalfi Alfonso Del Pizzo, l’Assessore al Turismo Daniele Milano, il docente universitario Paolo Vento. Le relazioni sul progetto saranno affidate all’Ufficio Tecnico Comunale e a Giuseppe Abbagnale, Amministratore delegato di Connectivia. L’incontro sarà moderato dal giornalista, Tony Ardito. AGEROLA E AMALFI CON SAN LAZZARO E POGEROLA 500 FAMIGLIE CON L'ADSL - positanonews.it https://connectivia.it/blog/post/4/agerola-e-amalfi-con-san-lazzaro-e-pogerola-500-famiglie-con-l-39-adsl-positanonews-it Connesse San Lazzaro e Pogerola rispettivamente frazioni di Agerola e Amalfi sulla Costeira amalfitana a dirlo il sindaco di Agerola Luca Mascolo e Daniele Milano assessore di Amalfi ADSL A SAN LAZZARO: 2 ANNI DOPO, OLTRE 300 ATTIVAZIONI, in tutta Agerola. Sono ormai trascorsi quasi due anni da quando abbiamo risolto il problema dell'Adsl nella frazione di San Lazzaro. Da allora circa 300 nuclei familiari hanno dato fiducia a Connectivia, per un totale di oltre 1000 persone, che sono uscite definitivamente dal digital divide. Giovedì 29 maggio un'altra importante data per l'innovazione ad Agerola! Agerola entrerà a far parte dei 100 comuni più veloci d'Italia. Per festeggiare il secondo anniversario, per un mese tutti i profili raddoppierano la loro velocità. E' in fase di strat-up il progetto AirFiber 1 Gigabit bps anche per il Comune Di Agerola. #ilfuturoègiàqui questa foto per tanti rappresenta la finestra sul mondo. ora possiamo dire che il digital divide a S. Lazzaro è stato realmente superato. A brevissimo daremo informazioni su come usufruire dell'ADSL E così Daniele Milano : ADSL A POGEROLA: 2 ANNI DOPO, OLTRE 200 ATTIVAZIONI. Sono trascorsi due anni da quando abbiamo risolto il problema dell'Adsl nella frazione di Pogerola.Da allora circa 200 famiglie hanno sottoscritto un contratto con Connectivia, per un totale di oltre 600 cittadini usciti definitivamente dal digital divide. E sabato 24 maggio un'altra importante data per l'innovazione in Città: segnatela! Digital Divide da San Lazzaro ad Agerola a Pogerola di Amalfi con la telecom e Connectivia - positanonews.it https://connectivia.it/blog/post/5/digital-divide-da-san-lazzaro-ad-agerola-a-pogerola-di-amalfi-con-la-telecom-e-connectivia-positanonews-it Digital Divide da San Lazzaro ad Agerola a Pogerola di Amalfi con la telecom e Connectivia . Sembra incredibile ma in Costiera amalfitana eiste un enorme Digital Divide, un disservizio della Telecom, che rimane la principale compagnia in Italia, a coprire alcune zone. Oggi che l'accesso ad internet è fondamentale alla vita lavorativa e sociale , ancora ci sono dei problemi. Quel che è assurdo che all'assenza di rete ci si trovi a dover rivolgersi ad altre strutture, non solo, ma necessariamente con l'impegno dei comuni, e così ad Agerola l'assessore Naclerio ad Amalfi l'assessore Milano (ma anche a Furore dove c'è un hot spot gratuito) , per poter far attivare dei servizi di copertura di rete, i più esigenti sono proprio a San Lazzaro ad Agerola con un lungo topic rivolto a Connectivia, società della Campania, con contestazioni su velocità della rete, impossibilità di raggiungerli telefonicamente (proteste comuni anche ad altre società oltre alla stessa Telecom, Infostrada etc) , ma anche con il riconoscimento che prima, fino a poco fa in pratica, internet non c'era proprio. Di fronte a questi "vuoti" arrivano società locali, in questo caso la Connectivia, con sede a Scafati in provincia di Salerno, in altri, come a Moiano di Vico Equense, società costituite ad hoc di Sorrento, etc etc.. Mentre dovrebbe essere dovere della compagnia nazionale coprire tutto e tutti e poi chi vuole scegliersi altre società, una situazione con tante società sul mercato che crea non poca confusione agli utenti. Nuova norma sulla privacy in Europa: cosa devono fare le aziende per EU GDPR Compliance 2018 https://connectivia.it/blog/post/22/nuova-norma-sulla-privacy-in-europa-cosa-devono-fare-le-aziende-per-eu-gdpr-compliance-2018 Entro il 25 maggio 2018 le aziende dovranno adattarsi al GDPR, la nuova normativa europea sulla privacy e sul controllo dei dati.In generale, è opportuno svolgere alcune attività fondamentali per preparare la tua azienda ad affrontare il cambiamento. E’ necessario innanzitutto comprendere come i nuovi obblighi impatteranno sull’attività, determinare quali sono i dati sensibili, dove si trovano e se sono sicuri, e nominare un Data Protection Officer, se la situazione lo richiede. Inoltre, è consigliabile rivedere le informative sulla privacy e i processi di accesso ai dati, insieme alle richieste di rettifica e cancellazione richieste dagli individui.Di seguito 5 punti da cui partire per affrontare al meglio i cambiamenti introdotti dal GDPR e non farsi cogliere impreparati (o meglio, evitare di essere sanzionati per milioni di euro!)1. ConsapevolezzaE’ utile effettuare uno “screening” dell’azienda, in modo da identificare eventuali vulnerabilità e fragilità dei sistemi (sia interni che esterni). Lo scopo di questa indagine è quello di ottenere la piena consapevolezza dei rischi a cui l’impresa è esposta così da agevolare il processo di protezione dei dati e di adattamento alla nuova normativa.2. Mappatura dei dati“You cannot protect what you don’t know about”. La conoscenza dei dati è alla base del GDPR e la protezione di quelli personali lo scopo principale del regolamento. E’ pertanto necessario identificare e classificare i dati sensibili per poter creare una buona mappatura. Per dati sensibili s’intendono tutte le informazioni che, o a livello del singolo dato o a livello di un insieme di informazioni, rendono una persona identificabile.3. MonitoraggioOgni individuo ha il pieno diritto di richiedere alle aziende di tracciare, modificare, cancellare o trasferire i suoi dati personali. In questo senso, l’attività di monitoraggio è fondamentale, in quanto le sanzioni più severe sono relative proprio alla violazioni dei diritti delle persone, come la mancata risposta o un ritardo nel fornire le informazioni richieste dal cittadino, che può reclamare in questo caso anche un risarcimento in denaro. Le imprese hanno perciò bisogno di strumenti adeguati per dimostrare la rapidità di processamento delle richieste.4. SicurezzaIl livello di protezione richiesto dal GDPR è molto più alto rispetto a quello della normativa italiana corrente. Le aziende devono dotarsi di misure specifiche atte a garantire la sicurezza dei dati, facendo particolare attenzione ai rischi presentati dal trattamento dei dati riguardo a modifica, perdita, distruzione e divulgazione non autorizzata dei dati personali. Nello specifico, tra le misure di protezione vi sono:pseudonimizzazione e cifratura dei dati sensibilicapacità di ripristinare rapidamente l’accesso ai dati in caso di incidentiprocedure per verificare l’efficacia delle misure tecniche di sicurezza adottate.Viene inoltre introdotto il principio “Data Protection by Design” che obbliga a verificare da un lato, che gli strumenti informatici possano garantire il corretto livello di protezione, e dall’altro, la totale assenza di vulnerabilità di tali sistemi, già in fase di progettazione.5. NotificaLe violazioni dei dati personali devono essere segnalate in modo tempestivo all’autorità di vigilanza, entro e non oltre 72 ore dall’avvenimento, comunicando la descrizione della violazione, il tipo di dati interessati, le probabili conseguenze e le misure adottate per porre rimedio e attenuare gli effetti negativi. Agerola, nuovi laboratori con tecnologia del futuro per la scuola Dante Alighieri. Lunedì l'inaugurazione https://connectivia.it/blog/post/8/agerola-nuovi-laboratori-con-tecnologia-del-futuro-per-la-scuola-dante-alighieri-lunedi-l-39-inaugurazione Nuovi spazi e nuove tecnologie a prova di futuro al servizio dei bambini ad Agerola, con la nuova ala e la nuova sala polifunzionale del plesso scolastico "Dante Alighieri" di San Lazzaro. L'inaugurazione è in programma per lunedì 25 settembre alle ore 11. Saranno presenti l'Assessore Regionale alla Pubblica Istruzione, Lucia Fortini, i componenti dell'amministrazione comunale guidata dal sindaco Luca Mascolo, il dirigente scolastico Michele Manzi, che guida l'istituto comprensivo "Salvatore Di Giacomo - Enrico De Nicola" del quale la Alighieri fa parte.L'inaugurazione dei nuovi spazi e servizi del plesso di San Lazzaro ne fa una scuola che presenta tutte le caratteristiche per definirsi all'avanguardia.Per prima cosa, elemento importante sul quale l'amministrazione comunale ha posto grande attenzione per garantire la sicurezza dei bambini e la tranquillità dei genitori, è stata rispettata la normativa antisismica. Ora la Alighieri, che ospita la scuola primaria e la scuola dell'infanzia, è anche una scuola "green" grazie all'impianto fotovoltaico per una capacità di 10 kw ed un sistema di economia gestionale all'insegna delle più moderne tecnologie.Diventa tecnologica anche la didattica grazie alla presenza delle Lim, le lavagne interattive multimediali, che porteranno ai bambini la conoscenza infinita dei più importanti archivi di notizie certificate e dati accademici del web grazie ad una connessione ad internet a banda ultra larga fino a 1000 mega bits per secondo in FTTH. La tecnologia Fiber To The Home che porta la fibra ottica fin dentro casa dell'utente, fino alla presa del modem, e consente velocità illimitate sulle autostrade informatiche. Una tecnologia che è presente solo in poche grandi città italiane e che sarà al servizio della didattica della scuola Alighieri di Agerola, degli insegnanti e dei sui alunni grazie al servizio fornito dall'operatore Connectivia. Una tecnologia che sarà anche al servizio della nuova sala polifunzionale, nella quale i bambini potranno svolgere diversi tipi di laboratorio a sostegno dell'attività didattica tradizionale.Il sindaco di Agerola Luca Mascolo così saluta l'inaugurazione della nuova ala e dei nuovi servizi presso la scuola dante Alighieri di San Lazzaro: «Quando un'amministrazione riesce a dare servizi migliori alla scuola ed a rendere più sicuri i suoi edifici, è sempre un giorno importante per una comunità, che in questo modo si prende cura del suo avvenire. Con i nuovi laboratori abbiamo anticipato di alcuni anni l'applicazione delle nuovissime tecnologie per dare il meglio alle nostre generazioni del futuro». Internet down a Maiori e Minori, on line solo clienti Connectivia Wireless Solution https://connectivia.it/blog/post/9/internet-down-a-maiori-e-minori-on-line-solo-clienti-connectivia-wireless-solution Problemi alla centrale dati che serve i comuni di Maiori e Minori in Costiera Amalfitana. La quasi totalità delle connessioni dati internet, Telecom ma anche di altri operatori terrestri, non funzionano lasciando le aziende senza connettività.A funzionare invece senza problemi le linee aeree fornite dal provider Connectivia SRL.Attualmente non abbiamo modo di conoscere l'entità del problema ed i tempi di ripristino.Seguiranno aggiornamenti.ore 13:05 è fortunatamente rientrato il guasto, durato meno di mezz'ora, che ha visto "al buio" tutte le aziende connesse a internet tramite connettività terrestre tra Maiori e Minori. Ora tutto è tornato alla normalità. Connectivia porta la rete in fibra della Costiera Amalfitana, connessioni ultraveloci per alberghi e privati https://connectivia.it/blog/post/10/connectivia-porta-la-rete-in-fibra-della-costiera-amalfitana-connessioni-ultraveloci-per-alberghi-e-privati Portare in casa l'innovazione, con una connessione in fibra ottica al 100% fin dentro la presa internet, che garantisce velocità di navigazione illimitate. A prova di futuro.Il sogno è realtà anche in un territorio morfologicamente complesso come la Costiera Amalfitana grazie a Connectivia che ha installato sul territorio una rete in fibra ottica tra Amalfi, Agerola, Praiano, Furore e Conca dei Marini. Prossimi comuni da servire: Ravello e Positano.Al momento sono disponibili connessioni dai tagli di velocità prima impensabili. 200, 300, 1000 mega per secondo che sono già attivabili in poco tempo per alberghi ed operatori economici delle aree già coperte, a breve disponibili anche per gli utenti privati. Basterà soltanto scegliere il taglio in base alle proprie necessità e alla volontà di spesa.Connectivia sta sviluppando un progetto innovativo come pochi in Italia, indicato dall'acronimo FTTH: Fiber To The Home. Tradotto: portare la fibra ottica fin dentro ogni singola casa dei suoi utenti, proprio come accade in poche strade di Milano, Roma e in alcune aree di Perugia. Una tipologia di servizio che, per di più, operatori nazionali non offrono, perché hanno scelto il servizio FTTC, Fiber To The Cabinet: portare la fibra ottica solo fino alla centralina e poi lasciare che la connessione fino al singolo utente arrivi viaggiando sui vecchi cavi telefonici in rame.Da tre anni Connectivia lavora a questo progetto, grazie al quale oggi è l'unico operatore ad avere l'intera dorsale in fibra dal POP a 100 Giga bits per secondo che, risalendo da Castellammare di Stabia via Agerola, si è immessa nelle dorsali che ha predisposto in Costiera Amalfitana, per ora da Amalfi a Praiano.I vantaggi di avere la fibra fino in casa, in albergo, nel negozio, sono immediati. Possono essere ben compresi se si pensa alla rete viaria che collega la Costiera Amalfitana al resto del mondo. Gran parte del traffico veicolare arriva velocemente lungo le autostrade nazionali, dalle quali poi esce e si incolonna a velocità ridotta nelle suggestive e tortuose stradine della Costiera, creando nei giorni di maggior affluenza ingorghi infernali nei punti più stretti. Anche internet funziona così, con la rete ottica che arriva solo fino alla centralina, i dati viaggiano dalla centralina a casa dell'utente in maniera rallentata, perché non son più sull'autostrada in fibra. Sono su strade più strette, che hanno una portata minore. Così la navigazione rallenta. Perché c'è il problema che più di tante auto (sulla strada stretta della Costiera), o più di tanti dati (sui vecchi cavi in rame che in costiera sono stati posati mezzo secolo fa), non posso materialmente circolare. Connectivia, invece, con la sua nuova rete porta i dati via autostrade, veloci e scattanti, fin dentro casa. Senza ingorghi né strozzature. Su un'autostrada a centinaia di corsie che risolve ogni problema di banda e navigazione, garantendo al cliente di non restare con la connessione inchiodata. Elezioni Ravello: stasera ultima serata di comizi. Dalle 20 diretta streaming sul Vescovado /GUARDA https://connectivia.it/blog/post/18/elezioni-ravello-stasera-ultima-serata-di-comizi-dalle-20-diretta-streaming-sul-vescovado-guarda Ultima serata di comizi prima del silenzio elettorale. Questa sera tutti in piazza Vescovado l'appello finale delle tre compagini in campo. Poi sarà l'urna a decretare il vincitore nelle prime ore di domenica 6 giugno.Per a serata di chiusura il Vescovado garantirà la diretta streaming dei comizi. Si comincia alle 20 con Insieme per Ravello: alle 21 sarà la volta di rinascita Ravellese e alle 22 toccherà a Ravello nel cuore. Dalle 23 a mezzanotte l'appello finale. Un'ora divisa per tre, che vedrà, in ordine, gli interventi di Ravello nel Cuore, Rinascita Ravellese e Insieme per Ravello.Un'opportunità importante, questa della diretta, per tutti i Cittadini ravellesi, specie i più lontani, o gli impossibilitati a prendere parte ai comizi di stasera, chiamati ad esprimere il proprio voto nella giornata di domenica.Per assistere alla diretta in streaming via web bisognerà collegarsi alle 20 su questa stessa pagina: la schermata video sarà proposta in calce.Per questo servizio di ringraziano Ristorante Vittoria, Giassi Video e Connectivia (tra i main partners del Vescovado) che garantirà la connessione ad alta velocità.Di recente, anche per Ravello Connectivia ha lanciato "Wikey City", una soluzione unica in tutta la Costiera Amalfitana, basata sulla rete in fibra ottica. Connectivia Wikey City offre ai turisti la possibilità di navigare sempre e ovunque: la soluzione di Wi-Fi per le pubbliche amministrazioni targata Connectivia, in cui ogni HotSpot pubblico diventa un punto di accesso a disposizione della Pubblica amministrazione per info di prossimità e analisi dei flussi turistici. Ravello, Vico Equense, Amalfi, Minori, Praiano, Agerola hanno già adottato questa soluzione innovativa. Super Up, la banda ultra larga anche per le piccole realtà turistiche della Costa d'Amalfi https://connectivia.it/blog/post/11/super-up-la-banda-ultra-larga-anche-per-le-piccole-realta-turistiche-della-costa-d-39-amalfi Si allarga l'offerta commerciale di Connectivia SRL, l'operatore nazionale che ha reso possibile la banda ultra larga a 100 mega in Costiera Amalfitana. Grazie a questa tipologia di connessione, già attivabile sul territorio costiero e che supera abbondantemente i 100Mega, molte strutture ricettive hanno consentito ai loro ospiti di navigare a velocità finora impensabili.Immediatamente la Connectivia può offrire connessioni internet ad altra velocità in banda simmetrica, cioè a velocità uguale sia in download che in upload, con tagli da 10,15 20, 30, 50 e 100 mega.La nuova offerta SuperUp, coi suoi tagli, è la risposta alle particolari esigenze del settore turistico che ha bisogno soprattutto di banda in upload. Perché i turisti non vogliono navigare! Vogliono caricare foto, video, recensioni, impressioni, emozioni della loro vacanza che deve essere necessariamente "social" Altrimenti è come se non fosse avvenuta...Le ricerche di mercato confermano questo trend: il Wi-Fi funzionante ed affidabile è la prima cosa che i turisti cercano in una struttura quando devono sceglierla. Una volta sul posto, l'analisi del comportamento del turista conferma che un bar o un ristorante che hanno il Wi-Fi ben segnalato ed efficiente, vengono preferiti.Ma c'è un ma. Smarthpone e tablet che a decine caricano e condividono sfruttando la stessa connessione, sfruttano pesantemente la banda presente. Come si fa a fare fronte alla fame di banda degli ospiti? Come evitare che a causa di una ADSL tradizionale i diversi device non si inchiodino? E soprattutto come evitare un'esperienza di navigazione negativa che può comportare una cattiva recensione della propria struttura ricettiva?Connectivia offre la risposta più affidabile. Pratica, veloce. I suoi pacchetti SuperUp fino a 30 Mega, attivabili in pochi giorni dalla richiesta, sono la soluzione ideale.Così il proprio albergo, il proprio locale, diventano un villaggio globale nel quale la soddisfazione del cliente, anche in termini di connettività, è alla base dei servizi erogati. La possibilità di condividere la foto di un panorama o di un piatto che si sta per degustare renderà l'esperienza di soggiorno degna di una recensione positiva. Nuovi standard di velocità per le connessioni internet in Costiera Amalfitana https://connectivia.it/blog/post/12/nuovi-standard-di-velocita-per-le-connessioni-internet-in-costiera-amalfitana Il Wi-Fi è considerato ormai un servizio indispensabile da offrire alla propria clientela anche in strutture leisure come quelle di eccellenza presenti sul nostro territorio. I nostri imprenditori alberghieri hanno infatti sposato in pieno la filosofia del partner Connectivia che offre linee ad alta velocità a prezzi rapportati alla qualità del servizio. Connessioni simmetriche che arrivano ormai ben oltre i 100 mega, con una disponibilità di banda sempre adeguata ai contratti attivi, caratteristica quest'ultima indispensabile al fine di non deludere le aspettative dei turisti ormai sempre più "connessi".Abbiamo chiesto all'amministratore di Connectivia quale sarà il futuro delle connessioni del territorio costiero: "Il prossimo step", ci risponde con un sorriso l'ingegner Giuseppe Abbagnale, "sarà quello di coprire il territorio della Costa d'Amalfi con una distribuzione capillare in fibra ottica, reale e per tutti, con un aumento significativo delle velocità. Il futuro non ci aspetta e Amalfi, Positano e Ravello meritano connessioni fino a un Gigabit per secondo! Per ora le nostre dorsali già lo permetterebbero", ed aggiunge, "a breve saremo ad Amalfi e Ravello mentre stiamo raccogliendo le adesioni per un ramo di fibra che possa servire i Comuni di Praiano e di Positano. Abbiamo anche allo studio delle soluzioni in LTE evoluto per coprire i comuni di Maiori e Minori, attualmente serviti in wireless dai nostri servizi sia in banda larga che in banda ultra larga".L'infrastruttura internet dedicata alla Costiera Amalfitana riceve quindi una nuova iniezione di velocità, portando le strutture ricettive e le aziende servite da questi servizi a nuovi livelli di competitività.Per tenere il passo con i tempi ed aggiornarvi sempre in tempo reale, anche Il Vescovado e la Locali d'Autore sono interconnessi a internet tramite la rete ultra veloce di Connectivia. AmalWifi, sabato 24 inaugurazione della più grande area wireless della Costiera https://connectivia.it/blog/post/17/amalwifi-sabato-24-inaugurazione-della-piu-grande-area-wireless-della-costiera Tutto pronto ad Amalfi per l'inaugurazione della più grande area Wi-Fi in Costiera Amalfitana: con 40 mila metri quadrati di copertura del segnale, 20 hotspot ed un'interfacciamultilingue, la Città marinara si prepara ad un ulteriore balzo in avanti nel campo dell'innovazione e dell'accoglienza turistica.La rete AmalWifi sarà presentata ufficialmente sabato 24 Maggio alle 11,00 nell'Arsenale della Repubblica e consentirà una navigazione gratuita di 50 MB di traffico scambiato al giorno (a pagamento) per ogni utente registrato ed opzionalmente senza limiti.Entusiasta l'assessore al Turismo Daniele Milano, promotore dell'iniziativa: «Realizziamo finalmente un servizio essenziale per il turismo ed un obiettivo prioritario dell'Amministrazione guidata dal Sindaco Del Pizzo. AmalWifi, oltre a rendere possibile la navigazione su tutto il fronte mare e lungo il corso commerciale, sarà un "ponte" che ci permetterà di offrire nuovi servizi multimediali in grado di migliorare l'informazione e l'accoglienza agli ospiti della nostra Città. È importante sottolineare che l'impianto è stato realizzato acosto zero per la casse comunali - a seguito di un bando pubblico che ha individuato la società Connectivia s.r.l. come partner tecnologico - e consentirà nuovi introiti all'ente comunale grazie ad una compartecipazione del 30% sugli utili generati dal servizio».Tutti i dettagli del progetto AmalWifi saranno illustrati nel corso dell'incontro in cui interverranno il Sindaco di Amalfi Alfonso Del Pizzo, l'Assessore al Turismo Daniele Milano, il docente universitario Paolo Vento. Le relazioni sul progetto saranno affidate all'Ufficio Tecnico Comunale e a Giuseppe Abbagnale, Amministratore delegato di Connectivia. L'incontro sarà moderato dal giornalista Tony Ardito. Internet, dal 29 maggio Agerola fra i 100 comuni più veloci d'Italia https://connectivia.it/blog/post/13/internet-dal-29-maggio-agerola-fra-i-100-comuni-piu-veloci-d-39-italia Può dirsi ormai superato il digital divide a San Lazzaro e in tutta Agerola. Due anni dopo il novembre 2011, quando furono attivati 10 hotspot nelle piazze di Agerola grazie all'accordo con l'operatore Connectivia, il bilancio è molto positivo. Sono oltre 300 i nuovi allacci nella frazione agerolese con ben 1000 nuovi utenti.L'operazione, però, non si ferma. Tommaso Naclerio, consigliere comunale e stretto collaboratore del sindaco Luca Mascolo, rilancia e annuncia dal suo profilo Facebook: « Giovedì 29 maggio un'altra importante data per l'innovazione ad Agerola! Agerola entrerà tra i 100 comuni più veloci d'Italia. A due anni e per un mese tutti i profili raddoppieranno la loro velocità. E' in fase finale, il progetto AirFiber 1 Gigabit bps». Il 29 maggio, infatti, per l'utenza privata la società connectivia raddoppierà per un mese la velocità, in occasione dei due anni dalla rivoluzione.«Dopo San Lazzaro - spiega Naclerio - abbiamo cablato tutte le scuole fornendo l'ADSL e attivando le LIM, lavagne interattive multimediali. Successivamente poi si è proceduto all'installazione della videosorveglianza: 28 telecamere in paese che sono in fase di attivazione. Infine - conclude - abbiamo infine disdetto il contratto con Telecom Italia nelle scuole passando la linea a connectivia, con un risparmio economico notevole per le casse del comune». Pogerola, due anni dopo attivazione 200 adesioni al servizio ADSL https://connectivia.it/blog/post/14/pogerola-due-anni-dopo-attivazione-200-adesioni-al-servizio-adsl Due anni dopo l'attivazione del servizio ADSL a Pogerola, frazione di Amalfi, risultano ben 200 adesioni. Ne dà notizia l'assessore alla comunicazione Daniale Milano tramite il suo profilo Facebook: «Sono trascorsi due anni da quando abbiamo risolto il problema dell'Adsl nella frazione di Pogerola. Da allora - scrive - circa 200 famiglie hanno sottoscritto un contratto con Connectivia, per un totale di oltre 600 cittadini usciti definitivamente dal digital divide».Pogerola è raggiunta dal segnale ADSL via wireless attraverso la società Connectivia che ha curato la realizzazione dell'importante servizio che ha consentito alla piccola località di poter usufruire di un accesso a internet moderno e in linea con gli standard locali. Angri. Streaming video: in tanti sul web per il consiglio comunale - Agro 24 https://connectivia.it/blog/post/20/angri-streaming-video-in-tanti-sul-web-per-il-consiglio-comunale-agro-24 Sono incoraggianti i dati di traffico per la prima diretta streaming del Consiglio Comunale di Angri. Circa 600 utenti si sono connessi dal computer di casa per seguire in tempo reale i lavori dell'assise di ieri sera, con picchi di quasi 300 collegamenti in contemporanea. La trasmissione è stata organizzata in via sperimentale dalla UOC … Pogerola, colmato il digital divide https://connectivia.it/blog/post/15/pogerola-colmato-il-digital-divide Una delle esigenze maggiormente avvertite negli ultimi anni dalla comunità amalfitana e, in particolare dalle frazioni, è stata senza dubbio la possibilità di poter avere a disposizione un sistema di comunicazioni Internet all'avanguardia o che comunque riuscisse in modo discreto a sbloccare una situazione di arretratezza da questo punto di vista inaccettabile per un paese rinomato e riconosciuto in tutto il mondo come Amalfi. Per troppo tempo, infatti, ADSL, wireless, wi fi, sono stati termini che suonavano come un sogno, quasi un'utopia, da invidiare a tutte le località, anche poco distanti, che potevano già usufruire di questi servizi.Fortunatamente, però, e grazie ad un lungo lavoro, svolto in silenzio e nei minimi dettagli per non creare false speranze o illusioni, questo problema sembra aver trovato finalmente soluzione. L'assessore al turismo e alla cultura Daniele Milano, infatti, grazie anche alla fattiva collaborazione dell'intera amministrazione comunale, ha profuso tutte le sue energie per riuscire a portare in porto quello che è il progetto di installazione di una rete wi fi ad Amalfi.Il Primo passo, tuttavia, è stato fatto a Pogerola, frazione più popolosa del comune di Amalfi, che, a partire dallo scorso mese di maggio, ha a disposizione una rete wireless attraverso la quale riuscire a connettersi ad Internet in modo rapido ed efficiente, Grazie al supporto di Connectivia, azienda che già negli anni scorsi ha provveduto a portare il segnale wireless a Furore e Corbara. Circa 70 famiglie hanno già provveduto, con successo, a firmare il contratto per l'installazione del sistema wireless e si prevede un aumento nei prossimi mesi: Un traguardo, questo, davvero importante per i cittadini di Pogerola che hanno salutato con entusiasmo l'iniziativa, lungamente attesa.Adesso il prossimo obiettivo è la copertura della zona di Amalfi con un sistema wi fi, che consentirà in qualunque momento e nei punti più strategici ( lungomare,piazza Duomo, piazza dei Dogi, piazza Municipio, corso fino a via delle Cartiere), la connessione Internet avendo semplicemente a disposizione cellulari o apparecchi predisposti a tale uso e , naturalmente, nel pieno rispetto delle nome di sicurezza in vigore per quanto riguarda l'argomento in questione. Ma come si è arrivati a questo traguardo così importante? Quali sono state la tappe che ci hanno condotto a questo risultato? Nel testo della Delibera della giunta comunale del gennaio 2012 si legge così: "Considerato, inoltre, che è negli obiettivi di questa Amministrazione implementare la qualità e la quantità dei servizi resi all'utenza turistica, anche attraverso la realizzazione di una rete di telecomunicazione in tecnologia wireless a banda larga tramite Hotspots wifi pubblici che offra le necessarie garanzie di qualità e continuità di erogazione di servizi e degli opportuni protocolli di sicurezza delle reti contro gli accessi non autorizzati, nel rispetto di tutte le normative vigenti in materia e delle norme inerenti la sicurezza e la garanzia per gli utenti dei servizi internet a Larga Banda, si delibera : la realizzazione nei luoghi di maggiore affluenza turistica di una rete di telecomunicazione in tecnologia wireless a banda larga tramite Hotspots wifi pubblici, senza oneri a carico del Comune, che offra le necessarie garanzie di qualità e continuità di erogazione di servizi e degli opportuni protocolli di sicurezza delle reti contro gli accessi non autorizzati, nel rispetto di tutte le normative vigenti in materia e delle norme inerenti la sicurezza e la garanzia per gli utenti dei servizi internet a Larga Banda.Con questa delibera è stata demandata all'Ufficio Tecnico la predisposizione di un avviso per le manifestazioni di interesse a seguito del quale hanno risposto nove aziende, delle quali però solo una ha poi presentato progetto e offerta economica: Connectivia. Tale azienda è stata così dichiarata aggiudicatario provvisorio dalla commissione giudicatrice e, dopo aver presentato la documentazione che attesta il possesso dei requisiti richiesti, sarà dichiarato aggiudicatario definitivo.Sul progetto Adsl a Pogerola, l'assessore Milano esprime così la sua soddisfazione: «Sei mesi, settanta utenze attivate, oltre 250 cittadini pogerolesi usciti dal digital divide. Un problema sentito e trascinato da anni, risolto con successo dopo mesi di lavoro in silenzio con una soluzione a costi accessibili, tecnologicamente moderna e a impatto elettromagnetico praticamente nullo. Un grave handicap sofferto soprattutto dai Giovani - privati di un mezzo di comunicazione fondamentale - e dalle imprese. Oggi, per fortuna, solo Corbara, domenica la calata dell'Angelo https://connectivia.it/blog/post/16/corbara-domenica-la-calata-dell-39-angelo Domenica 18 luglio a Corbara è di scena la calata dell’Angelo. Come impone la tradizione, la terza domenica di luglio, si svolge al Borgo Sala la tradizionale rievocazione. Un figurante, vestito da angelo, sospeso in un cerchio d'acciaio, viene calato lungo una teleferica che parte dal sagrato della chiesa di Sant'Erasmo e termina un centinaio di metri a valle, coprendo un dislivello di circa 150 metri.Lungo la discesa, l'angelo viene fermato per tredici volte, per consentirgli d'intonare "a fronna" gli stornelli di un canto di devozione a Sant'Erasmo, San Bartolomeo patrono di Corbara ed alla Madonna Regina del Rosario. La rappresentazione sacra nasce dagli strumenti del lavoro dei taglialegna, che storicamente hanno sempre abitato il Borgo Sala.Usando le teleferiche con le quali da secoli portano la legna a valle, professano la loro devozione al Santo ricordando, con la Calata dell'Angelo, il salvataggio del vescovo Erasmo dalla prigionia e dal martirio compiuto da un Angelo inviato dal Signore.Per consentire anche alle schiere di emigrati di seguire un rito che è profondamente radicato nella tradizione locale, l'evento viene trasmesso in diretta streaming video sul sito www.apcommunication.it a cura della giornalista Susy Pepe.La trasmissione sarà in alta qualità grazie al supporto del partner tecnico, l'azienda Connectivia Srl di Scafati che, per sottolineare il proprio legame con Corbara, ha fornito gratuitamente una connessione adsl wireless ad alta velocità, visto che nel centro famoso per il suo pomodoro la Telecom non fornisce l’Adsl.